Archivio storico diocesano di Lodi

Via Cavour 31-26900 Lodi
Tel. 0371- 948.160
Fax 0371- 948.101
archivio@diocesi.lodi.it

ORARIO DI APERTURA
giovedì: 13,00-16,30
venerdì: 8,30-17,00

GIORNI DI CHIUSURA
- 19 gennaio
- venerdì e sabato
  precedenti la Pasqua
- mese di agosto
- 2 novembre
- festività religiose e civili

 

 

 

 

Archivio storico diocesano di Lodi

Via Cavour 31-26900 Lodi
Tel. 0371- 948.160
Fax 0371- 948.101
archivio@diocesi.lodi.it

ORARIO DI APERTURA
giovedì: 13,00-16,30
venerdì: 8,30-17,00

GIORNI DI CHIUSURA
- 19 gennaio
- venerdì e sabato
  precedenti la Pasqua
- mese di agosto
- 2 novembre
- festività religiose e civili

 

 

 

    CERCA

 I FONDI

FONDO DELLA CURIA VESCOVILE
Estremi: sec. XV - sec. XX ultimo quarto

Il fondo della Curia vescovile di Lodi conserva la documentazione prodotta e ricevuta dagli uffici di curia nell'espletamento delle funzioni proprie di direzione e gestione della diocesi.
Le carte conservate riguardano principalmente la funzione pastorale, il culto, la gestione dei beni, la direzione e il controllo delle istituzioni ecclesiastiche sparse sul territorio, i rapporti con le diverse associazioni ecclesiali e con le autorità civili e religiose.
La tipologia documentaria è varia: il fondo è composto da fascicoli conservati in cartelle, da registri e carte sciolte, da stampe, manoscritti rilegati, da pergamene, per un totale di 2250 pezzi.
Il fondo è articolato in diverse serie documentarie.
 
FONDO DELLA MENSA VESCOVILE 
Estremi: sec. IX seconda metà - sec. XX

L’Archivio della Mensa vescovile è costituito da documenti relativi alla gestione dei beni e delle rendite del vescovado, alla riscossione delle decime, alla stipula dei contratti di livello delle terre, all’attestazione di diritti e privilegi.
Nel complesso archivistico sono presenti anche serie riguardanti processi e atti giudiziari, i rapporti con le autorità civili e le memorie storiche.
La tipologia documentaria è varia: il fondo è composto da pergamene, fascicoli, filze, registri, carte sciolte, collectanee, libri a stampa, per un totale di circa 2250 pezzi.
 
FONDO DELLA SEGRETERIA VESCOVILE
Estremi: sec. IX seconda metà - sec. XX

Il fondo custodisce le cause criminali vescovili e la documentazione dei vescovi sulla giurisdizione della diocesi, sulle visite pastorali, sull'amministrazione dei beni e sulla relazione con soggetti istituzionali esterni.
Si compone di 160 cartelle.
 
FONDO DEL CAPITOLO DELLA CATTEDRALE
Estremi: sec. XII - sec. XX

L’Archivio del Capitolo è composto da documentazione riguardante il culto nella chiesa cattedrale, gli atti del Capitolo, le nomine di canonici e dei cappellani, l’amministrazione dei beni.
Diversa è la tipologia dei documenti conservati: messali, spartiti di musica sacra a stampa e manoscritti, libri cerimoniali, registri delle presenze, verbali dei Capitoli dei canonici, atti notarili, contratti, inventari dei beni e ricevute.
All’Archivio del Capitolo appartengono anche i tre Codici detti “Landriani”, depositati nel 1995 presso la Biblioteca Laudense per le operazioni di restauro restaurati e restituiti all’Archivio del Capitolo il 12 aprile 2000. Si tratta di antifonari manoscritti con notazione su tetragramma a 8 righi musicali, con capolettera miniati e legatura in cuoio, borchie, fregi a traforo.
 
FONDO PARROCCHIALE DI CASOLATE
Estremi: sec. XVI - sec. XX

La Parrocchia di Casolate, soppressa nel 1986, depositò in Archivio storico diocesano il proprio archivio che si compone di carte relative alla funzione pastorale, liturgica, all'amministrazione e alla gestione della parrocchia. Vi si trovano le tipologie documentarie tipiche degli archivi parrocchiali: registri dei sacramenti, stati delle anime, inventari dei beni, decreti delle Visite pastorali, decreti vescovili, ecc.
 
FONDO PARROCCHIALE DI CORTE S. ANDREA 
Estremi: sec. XVI - sec. XX

La Parrocchia di Corte S. Andrea, soppressa nel 1986, depositò in Archivio storico diocesano il proprio archivio che si compone di carte relative alla funzione pastorale, liturgica, all'amministrazione e alla gestione della parrocchia. Vi si trovano le tipologie documentarie tipiche degli archivi parrocchiali: registri dei sacramenti, stati delle anime, inventari dei beni, decreti delle Visite pastorali, decreti vescovili, ecc.
 
FONDO PARROCCHIALE DI VAIANO
Estremi: secc. XVI - XX

La Parrocchia di Vaiano, soppressa nel 1986, depositò in Archivio storico diocesano il proprio archivio che si compone di carte relative alla funzione pastorale, liturgica, all'amministrazione e alla gestione della parrocchia. Vi si trovano le tipologie documentarie tipiche degli archivi parrocchiali: registri dei sacramenti, stati delle anime, inventari dei beni, decreti delle Visite pastorali, decreti vescovili, ecc.
 
FONDO BARBIANO DI BELGIOIOSO
Estremi: secc. XV - XIX

L'Archivio della nobile famiglia dei Belgioioso di San Colombano donato negli anni sessanta del Novecento alla Diocesi conserva le carte relative ai beni e alle pratiche amministrative della famiglia Belgioioso. 
 
FONDO MONSIGNOR ROTA E FAMIGLIA
Estremi: secc. XIX – XX

L'archivio, prodotto dal vescovo Giovanni Battista Rota, contiene carte personali e di famiglia.
 
FONDO MONSIGNOR BRAMINI
Estremi: sec. XX

L'archivio, prodotto da monsignor Angelo Bramini, canonico della cattedrale e rettore del Santuario della B.V. Incoronata di Lodi, contiene carte personali, documenti prodotti quale membro della Commissione vescovile per l’esame dei fatti di Ghiaie di Bonate voluta dal vescovo di Bergamo mons. Adriano Bernareggi, documenti raccolti per scopo di studio sulle apparizioni mariane, in particolare a Montichiari, carte conservate per la pubblicazione relativa a Fernando Mellino edita nel 1934.

FONDO MONSIGNOR FADINI
Estremi: secc. XIX – XX

L'archivio, prodotto dal vicario episcopale Luigi Fadini, contiene carte, corrispondenza e diari personali.

FONDO MONSIGNOR UGGE’
Estremi: sec. XX

L’archivio conserva i documenti personali di monsignor Alfredo Uggé e parte delle carte prodotte e ricevute durante gli incarichi ricoperti in diocesi, in particolare come vicario generale di monsignor T.V. Benedetti e monsignor G. Oggioni.

FONDO MONSIGNOR FELINI
Estremi: sec. XX

L’archivio contiene i documenti personali di monsignor Franco Felini.

FONDO DON OTTOLO
Estremi: sec. XX

L’archivio conserva le carte personali del sacerdote Giuseppe Ottolo.

FONDO BARONI
Estremi: sec. XX

L'archivio contiene i documenti personali di Giovanni Baroni. Grandissima parte di quello che fu l'Archivio Baroni è stato smembrato e si trova disperso in serie diverse. 

FONDO DELLA CURIA VESCOVILE
Estremi: sec. XV - sec. XX ultimo quarto

Il fondo della Curia vescovile di Lodi conserva la documentazione prodotta e ricevuta dagli uffici di curia nell'espletamento delle funzioni proprie di direzione e gestione della diocesi.
Le carte conservate riguardano principalmente la funzione pastorale, il culto, la gestione dei beni, la direzione e il controllo delle istituzioni ecclesiastiche sparse sul territorio, i rapporti con le diverse associazioni ecclesiali e con le autorità civili e religiose.
La tipologia documentaria è varia: il fondo è composto da fascicoli conservati in cartelle, da registri e carte sciolte, da stampe, manoscritti rilegati, da pergamene, per un totale di 2250 pezzi.
Il fondo è articolato in diverse serie documentarie.
 
FONDO DELLA MENSA VESCOVILE 
Estremi: sec. IX seconda metà - sec. XX

L’Archivio della Mensa vescovile è costituito da documenti relativi alla gestione dei beni e delle rendite del vescovado, alla riscossione delle decime, alla stipula dei contratti di livello delle terre, all’attestazione di diritti e privilegi.
Nel complesso archivistico sono presenti anche serie riguardanti processi e atti giudiziari, i rapporti con le autorità civili e le memorie storiche.
La tipologia documentaria è varia: il fondo è composto da pergamene, fascicoli, filze, registri, carte sciolte, collectanee, libri a stampa, per un totale di circa 2250 pezzi.
 
FONDO DELLA SEGRETERIA VESCOVILE
Estremi: sec. IX seconda metà - sec. XX

Il fondo custodisce le cause criminali vescovili e la documentazione dei vescovi sulla giurisdizione della diocesi, sulle visite pastorali, sull'amministrazione dei beni e sulla relazione con soggetti istituzionali esterni.
Si compone di 160 cartelle.
 
FONDO DEL CAPITOLO DELLA CATTEDRALE
Estremi: sec. XII - sec. XX

L’Archivio del Capitolo è composto da documentazione riguardante il culto nella chiesa cattedrale, gli atti del Capitolo, le nomine di canonici e dei cappellani, l’amministrazione dei beni.
Diversa è la tipologia dei documenti conservati: messali, spartiti di musica sacra a stampa e manoscritti, libri cerimoniali, registri delle presenze, verbali dei Capitoli dei canonici, atti notarili, contratti, inventari dei beni e ricevute.
All’Archivio del Capitolo appartengono anche i tre Codici detti “Landriani”, depositati nel 1995 presso la Biblioteca Laudense per le operazioni di restauro restaurati e restituiti all’Archivio del Capitolo il 12 aprile 2000. Si tratta di antifonari manoscritti con notazione su tetragramma a 8 righi musicali, con capolettera miniati e legatura in cuoio, borchie, fregi a traforo.
 
FONDO PARROCCHIALE DI CASOLATE
Estremi: sec. XVI - sec. XX

La Parrocchia di Casolate, soppressa nel 1986, depositò in Archivio storico diocesano il proprio archivio che si compone di carte relative alla funzione pastorale, liturgica, all'amministrazione e alla gestione della parrocchia. Vi si trovano le tipologie documentarie tipiche degli archivi parrocchiali: registri dei sacramenti, stati delle anime, inventari dei beni, decreti delle Visite pastorali, decreti vescovili, ecc.
 
FONDO PARROCCHIALE DI CORTE S. ANDREA 
Estremi: sec. XVI - sec. XX

La Parrocchia di Corte S. Andrea, soppressa nel 1986, depositò in Archivio storico diocesano il proprio archivio che si compone di carte relative alla funzione pastorale, liturgica, all'amministrazione e alla gestione della parrocchia. Vi si trovano le tipologie documentarie tipiche degli archivi parrocchiali: registri dei sacramenti, stati delle anime, inventari dei beni, decreti delle Visite pastorali, decreti vescovili, ecc.
 
FONDO PARROCCHIALE DI VAIANO
Estremi: secc. XVI - XX

La Parrocchia di Vaiano, soppressa nel 1986, depositò in Archivio storico diocesano il proprio archivio che si compone di carte relative alla funzione pastorale, liturgica, all'amministrazione e alla gestione della parrocchia. Vi si trovano le tipologie documentarie tipiche degli archivi parrocchiali: registri dei sacramenti, stati delle anime, inventari dei beni, decreti delle Visite pastorali, decreti vescovili, ecc.
 
FONDO BARBIANO DI BELGIOIOSO
Estremi: secc. XV - XIX

L'Archivio della nobile famiglia dei Belgioioso di San Colombano donato negli anni sessanta del Novecento alla Diocesi conserva le carte relative ai beni e alle pratiche amministrative della famiglia Belgioioso. 
 
FONDO MONSIGNOR ROTA E FAMIGLIA
Estremi: secc. XIX – XX

L'archivio, prodotto dal vescovo Giovanni Battista Rota, contiene carte personali e di famiglia.
 
FONDO MONSIGNOR BRAMINI
Estremi: sec. XX

L'archivio, prodotto da monsignor Angelo Bramini, canonico della cattedrale e rettore del Santuario della B.V. Incoronata di Lodi, contiene carte personali, documenti prodotti quale membro della Commissione vescovile per l’esame dei fatti di Ghiaie di Bonate voluta dal vescovo di Bergamo mons. Adriano Bernareggi, documenti raccolti per scopo di studio sulle apparizioni mariane, in particolare a Montichiari, carte conservate per la pubblicazione relativa a Fernando Mellino edita nel 1934.

FONDO MONSIGNOR FADINI
Estremi: secc. XIX – XX

L'archivio, prodotto dal vicario episcopale Luigi Fadini, contiene carte, corrispondenza e diari personali.

FONDO MONSIGNOR UGGE’
Estremi: sec. XX

L’archivio conserva i documenti personali di monsignor Alfredo Uggé e parte delle carte prodotte e ricevute durante gli incarichi ricoperti in diocesi, in particolare come vicario generale di monsignor T.V. Benedetti e monsignor G. Oggioni.

FONDO MONSIGNOR FELINI
Estremi: sec. XX

L’archivio contiene i documenti personali di monsignor Franco Felini.

FONDO DON OTTOLO
Estremi: sec. XX

L’archivio conserva le carte personali del sacerdote Giuseppe Ottolo.

FONDO BARONI
Estremi: sec. XX

L'archivio contiene i documenti personali di Giovanni Baroni. Grandissima parte di quello che fu l'Archivio Baroni è stato smembrato e si trova disperso in serie diverse. 

Login     © Diocesi di Lodi (C.F.92506350153)     Archivio Storico Diocesano     Condizioni d'Uso     Dichiarazione per la Privacy
Sito ufficiale della Diocesi di Lodi